Tornano gli incontri al Mah, Boh!

Tornano gli incontri del “Mah, Boh! Officina delle Possibilità”, il centro polivalente gestito dall’Unità Funzionale Salute Mentale della Valdinievole. Quattro appuntamenti per parlare delle nuove frontiere della salute mentale, dei progetti sperimentali attuati e futuri, dei nuovi approcci alle cure e alle terapie.

“Siamo reduci dalla Conferenza Nazionale per la Salute Mentale – commenta Vito D’Anza, Direttore Unità Funzionale Salute Mentale Adulti della Valdinievole – che si è svolta nella facoltà di Economia dell'Università La Sapienza di Roma il 14 e il 15 giugno. Mi sono recato in veste di portavoce nazionale del Forum Salute Mentale e sono stato tra gli organizzatori di questa conferenza a cui hanno partecipato oltre 600 persone da tutta Italia. L’evento ha accolto rappresentanti del Ministero della Sanità, della commissione Sanità del Senato, dell’ANCI e di altre importanti istituzioni nazionali. È stata un’importante occasione per valutare lo stato delle politiche e dei servizi per la salute mentale in Italia e per capire quali strade dovremo percorrere in futuro. Quest’anno, giunti alla nona edizione degli incontri al Mah, Boh illustreremo i progetti più innovativi e sperimentali attuati negli ultimi anni, progetti che hanno sempre messo al centro la persona”.

Si apre il 20 giugno, con un interessante confronto su migranti e salute mentale, la nona edizione degli “Incontri al Mah, Boh!”. Saranno presenti le Cooperative che operano nel territorio e che informeranno i partecipanti sulle tematiche del progetto S.PR.INT, acronimo che sta per Sistema di Protezione Interdisciplinare per la salute mentale dei soggetti rifugiati e dei richiedenti asilo, progetto coordinato dalla Regione Toscana. Dopo il saluto introduttivo del direttore UFSMA Valdinievole dott. Vito D’Anza, interverranno Giuseppe Cardamone, direttore UFSMA Prato, Tiberio Favagrossa e Paola Russo della Cooperativa Gruppo Incontro, Jessica Zucconi della Cooperativa Gli Altri e Giulia Anichini della Cooperativa Arké.

L’appuntamento di venerdì 28 giugno sarà invece incentrato sul tema “L’abitare condiviso e il diritto alla casa: una scelta di civiltà”. Partecipano: il vescovo della Diocesi di Pescia Monsignor Roberto Filippini, il Direttore della SdS Valdinievole Patrizia Baldi, il Presidente della Sds Riccardo Franchi, la rappresentante della Cooperativa Arca Cristiana Inglese, Antonino Ruggero della Caritas. In collegamento in videoconferenza ci sarà anche Giuseppe Dardes, responsabile della formazione presso fio.PSD, la Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora, un’associazione che persegue finalità di solidarietà sociale nell’ambito della grave emarginazione adulta e delle persone senza dimora. A seguire è previsto un aperitivo musicale con Gli Aeroplanini.

Il calendario degli eventi del Mah, Boh prosegue poi con l’incontro del 4 luglio dal titolo “Esperienze verso il superamento dei centri diurni” con Vito D’Anza, Antonella Trinci dell’Unità Funzionale Salute Mentale Adulti di Prato, Paolo Pini dell’associazione Mediterraneo Onlus, Renato Russo del Centro Mah, Boh.

Conclude il ciclo di incontri l’appuntamento dell’11 luglio in cui si parlerà dell’esito della Conferenza Nazionale per la Salute Mentale. Interverranno: Vito D’Anza, Stefano Cecconi di StopOPG Osservatorio REMS, Galileo Guidi del coordinamento regionale associazioni familiari e reti utenti, Cristiana Inglese della cooperativa Arca.

Tutti gli incontri si terranno alle ore 17,00 al “Mah, Boh Officina delle Idee” di Buggiano (via Pistoiese 142). La cittadinanza è invitata a partecipare.

Info: www.mahboh.org