Condannati impegnati in lavori di pubblica utilità

È stata firmata lunedì mattina una convenzione fra la Società della Salute della Valdinievole e il Tribunale di Pistoia per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità da parte di soggetti condannati a reati minori.
 
Il documento, alla cui firma erano presenti il Presidente del Tribunale di Pistoia Fabrizio Amato e il Direttore della Sds Claudio Bartolini, sancisce l’avvio di una collaborazione che proseguirà per i prossimi 5 anni (tale è la durata della convenzione) finalizzata ad offrire ai condannati pene alternative (o in alcuni casi anche accessorie) a quella detentiva o a quella pecuniaria, impegnando quest’ultimi in attività non retribuite in favore della collettività.
 
Coloro quindi che saranno condannati con il beneficio della sospensione della pena condizionata allo svolgimento di un'attività non retribuita verranno affidati dal Tribunale alla Società della Salute della Valdinievole per svolgere attività di vario tipo: manutenzione di aree di verde pubblico; tutela e manutenzione del patrimonio immobiliare; attività d’ufficio; assistenza e supporto alle funzioni educative e sociali; progetti di agricoltura sociale.
 
“Lo svolgimento di attività di pubblica utilità – commenta Claudio Bartolini - rappresenta un momento importante nel processo riabilitativo della persona condannata e un valore aggiunto per l’intera comunità. Tali percorsi contribuiscono al reintegro della persona nella società civile rendendo quest’ultima parte di un progetto di pubblica utilità. Questa nuova collaborazione rappresenta un passo importante su cui basare ulteriori progetti di inclusione sociale a valere sul Fondo Sociale Europeo per tutti quei soggetti che sono a forte rischio di marginalizzazione.”
 
“La lunga e ottima collaborazione – afferma il Presidente del Tribunale di Pistoia Fabrizio Amato - fra Tribunale e associazionismo sociale rappresenta un momento importante per tutta la comunità del territorio, per cui è sempre fonte di grande soddisfazione la firma di convenzioni e protocolli con gli enti territoriali e le numerose associazioni che perseguono la solidarietà attraverso programmi di volontariato e di lavori di pubblica utilità, al fine di realizzare le finalità dell'istituto giuridico penale della messa alla prova dei condannati ed analoghi strumenti, che consentono di rendere effettivi gli istituti di civiltà giuridica faticosamente raggiunti dal legislatore e tanto importanti anche per l’effetto deflattivo della giustizia. Con la firma della convenzione anche la SdS Valdinievole è diventata parte di un sistema virtuoso mediante il quale tante persone riescono ad evitare il carcere per piccoli reati e svolgere attività di volontariato, in molti casi determinanti per la loro crescita umana”.